Trasvolata Italia-Islanda 1933-2003. Celebrazioni per il LXX anniversario del volo di Italo Balbo in Islanda

      Galleria di immagini

        Torna all'indice

 

 

Una rara cartolina d'epoca del famoso incisore Tato, sotto la carlinga dell'idrovolante la spiaggia di Ostia e la sagoma della rotonda a mare dello Stabilimento balneare Roma. Tato è il nome d'arte di Guglielmo Sansoni (Bologna 1896 - Roma 1974), pittore, incisore, fotografo futurista. Fu lui a firmare assieme a Filippo Tommaso Marinetti, nel 1930, il manifesto La Fotografia Futurista, che verrà accluso al numero de Il Futurismo datato 11 gennaio 1931.

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm 

 

 

 

La confezione della "Sigaretta Atlantica" nata per celebrare la Crociera del 1933 (sulla carta geografica sono segnate le località di sosta, tra le quali anche Reykjavík)

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm 

 

La posizione in volo degli S55 durante la trasvolata
Sotto la rotta del 1933 con arrivo finale all'Idroscalo di Ostia

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm

Gli equipaggi prescelti e gli S-55 della Crociera Atlantica del 1933 posano per una foto ricordo alla base di Orbetello. Per trovare i 100 aviatori necessari alla trasvolata del 1933, Italo Balbo selezionò oltre 300 candidati

(Foto Proprietà Marco Morselli)

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm 

 

 

Lo stormo di S55 preparati per la trasvolata atlantica
allineati alla base di Orbetello poco prima della partenza per l´Islanda (estate 1933)

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm

 

 

 

Il decollo degli S-55 da Orbetello

Gli idrovolanti in partenza da Orbetello (Grosseto, Toscana, Italia)

Fonte: http://www.proloco-orbetello.it/italy/balbo.htm

 

Cieli delle Toscana (Giugno 1933): idrovolante di Italo Balbo

Fonte: http://www.italconsulnyc.org/Museo_Sala_2.htm 

 

 

Gli aerei in volo sui cieli di Orbetello (1930)

Fonte: http://www2.hmc.edu/www_common/aviation/twelve.htm

 

Uno degli idrovolanti della squadriglia Balbo che
parteciparono al volo Orbetello-Reykjavík-Chicago-New York

Fonte: : www.storiain.net/arret/ num43/artic3.htm

 

Idrovolante Savoia Marchetti S55

Idrovolante Savoia Marchetti S.55 (1925)

Modello: S.55, Casa Costruttrice: Savoia Marchetti, Funzione: bombardiere / trasporto

Anno: 1925, Equipaggio: 2, Motore: 2 * 515kW Fiat A-24R

Velocità Massima: 235km/h, Quota Massima Operativa: 4.200m, Autonomia: 2.000km

Carico: 10-12 posti, 730kg, Unità costruite: 170

Fonte: http://www.enricopezzi.it/foto_11.htm 

 

Idrovolante_Savoia_Marchetti_S55_01.jpg (192536 byte)

Idrovolante Savoia Marchetti S.55 (1925)

Fonte: http://www.enricopezzi.it/foto_11.htm 

 

 

Idrovolante Savoia Marchetti S55

Idrovolante Savoia Marchetti S.55 (1925)

Fonte: http://www.enricopezzi.it/foto_11.htm 

 

 

Idrovolante_Savoia_Marchetti_S55_04b.jpg (120526 byte)

Idrovolante Savoia Marchetti S.55 (1925)

Fonte: http://www.enricopezzi.it/foto_11.htm 

 

Idrovolante Savoia Marchetti S.55 (1925)

Fonte: www.italystl.com/ pride/page6.htm

 

Disegno progettuale dell'S55

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm 

 

 

Idrovolante Savoia Marchetti S.55 (1925)

onte: http://www.simnetwork.com/Spain/ 

 

 

S.55.x

Modellino di Savoia Marchetti S.55 (1925)
Scala 1:72 

Fonte: www.walruscarpenter.com/ seaplanz.html

 

S.55.x detail

Modellino di Savoia Marchetti S.55 (1925)
Scala 1:72 

Fonte: www.walruscarpenter.com/ seaplanz.html

 

Gli idrovolanti in volo

Fonte. http://www.italystl.com/ipp/ott2000.htm  

 

 

Italo Balbo a Londonderry (?) nel luglio 1933, prima di partire per l'Islanda

Fonte: http://www.ww2wings.com/wings/italy/photos/images/balbophotolg.jpg 

(Air Marshal Italo Balbo upon his arrival in London (Derry?)  in July 1933 and is so dated, during the transatlantic flight.  Here he is shown (the man with the goatee in photo center) with his senior staff pilots.  The man on his right is General Pellegrino.  Naturally, they are all still wearing the early pilot wing since it is before 1935.  Of interest to point out is the officer at the photo far left....note he is wearing one of the war badges right under the medals.   All these guys appear to be WW I veterans as well judging by the medals. (Balbo himself was an Alpini officer in WW I and then later went into the Blackshirts.  The photo shows also the pilot's sword on the officer at far left, as well as the white uniform, blue sash, aguillettes, and dress boards.  Balbo is also wearing 3 Orders as well (Order of St. Lazarus and St. Maurizio; Order of the Crown of Italy and Order of the Colonial Star of Italy.   If you notice also that the sword of the pilot on the far left has a black grip (and an eagle's head) you will notice that Balbo's sword, (generals swords) between his left hand and the ends of the tassells, came with an ivory grip.)

 

 

1933 - Italo Balbo mentre scende dal suo idrovolante appena arrivato a Chicago

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm

 

New York, luglio 1933: il gran capo Crazy Bull offre l’ascia di guerra a Italo Balbo. 

Fonte: http://www.belriguardo.it/catalogo/desferraramaerica.html 

 

 

Italo Balbo a New York (1933) 

Fonte: http://members.xoom.virgilio.it/larchivio/balbo.htm

 

Spilletta commemorativa (USA, 1933)

Fonte: http://www.ww2wings.com/wings/italy/italyinsignia.shtml 

(This it the lapel pin worn on the 1933 Italy to New York to Chicago and back flight. The pin shows the flags of the U.S. and Itlay.)

 

 

Spilletta commemorativa (USA, 1933)

Fonte: http://www.ww2wings.com/wings/italy/italyinsignia.shtml 

(This is the offical badge issued in the U.S.A. for Balbo's arrival. and back flight. The pin shows the flags of the U.S. and Itlay.)

 

 

A New York grande corteo
in onore di Balbo

Fonte: www.storiain.net/arret/ num43/artic3.htm

 

 

A New York grande corteo
in onore di Balbo

Fonte: http://www.regiaaeronautica.it/artlug.htm 
 
 

A New York grande corteo
in onore di Balbo

Fonte: http://www.italconsulnyc.org/Imprese2.jpg 

 
 
 
Le "Famiglie Atlantici", ovvero i pareti degli aviatori che effettuarono la trasvolata, furono accolti in tribune riservate
 
Proprietà Marco Morselli

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm 

(Il ritorno in Italia degli equipaggi della crociera del 1933 fu un evento storico  organizzato nei minimi particolari. Per agevolare l'arrivo delle decine di migliaia di persone che secondo le previsioni, poi avveratesi, sarebbero intervenute alla festa di benvenuto, furono studiati percorsi, parcheggi e tribune lungo tutto lo specchio di fiume interessato all'ammaraggio degli idrovolanti )

 
 
 
 
La tessera di riconoscimento di un Atlantico che partecipò alla trasvolata del 1933, il motorista Mario Morselli.
Proprietà Marco Morselli

 

 

Il trionfale ritorno a Ostia, l'S55 di Balbo attorniato dalle autorità e dagli amici

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm 

 

 

Idroscalo di Ostia. L'idroscalo Carlo Del Prete in pochi anni divenne molto importante per l'economia ostiense, dando lavoro a centinaia di abitanti del posto, che presto familiarizzarono con gli aerei e in modo particolare con l'S-55, che divenne anche l'aereo simbolo del Lido

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm 

 

 

Idrovolante all´idroscalo di Ostia

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm

 

Uno degli idrovolanti della trasvolata del 1933 - I-ISTRO - in mostra sul lato destro del Collegio Nautico IV Novembre di Ostia. Al lato opposto si nota la prua e il Gran Pavese della Santa Maria, una nave in cemento armato uguale, nella forma e nelle dimensioni   a una goletta. Serviva per gli esercizi di vela agli allievi del collegio.
La goletta è ancora al suo posto, l'aereo è stato rimosso

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm

 

L'idroscalo di Ostia

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm

 

 Tor San Michele a Ostia. La torre, di scuola michelangiolesca, fu edificata nel 1567 a guardia della foce del Tevere. Dopo la costruzione dell'idroscalo
fu restaurata per utilizzarla come base per il faro dell'aerodromo.

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm

 
Distintivo per i piloti della trasvolata del 1933  
 

(The "A" wing is called the "Military Pilot of the Royal Air Force Who Have Flown Completely Over the Full Atlantic Ocean" without stopping. This was done in 1933 when Air Marshal Italo Balbo led 55 seaplanes from Italy to New York and then on to Chicago and back. The 55 pilots who first flew across the Atlantic with Air Marshal Balbo were awarded a special wing that carries his initials below the "A". There were only 55 of these wings awarded (see below). - Information courtesy of Rudy D'Angelo)

 
 
 
 
Distintivo per i piloti della trasvolata del 1933  
 
 
 

 

 

Un'azione di guerra degli S-55 riprodotta su una cartolina postale dell'epoca

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm

 

 

foto4.jpg (15618 byte)

Così nel marzo 1927 il Mattino Illustrato interpretava l'impresa di Francesco De Pinedo 

Fonte: http://web.tiscali.it/no-redirect-tiscali/aeronauticamilitare/storia/storia(2).htm

 

 

Il primo ministro Mussolini (al centro), il futuro primo ministro Badoglio e Italo Balbo nel 1927

Fonte: http://www.esparacing.com/Aviation%20history/pathfinders/Italo%20Balboa.htm

(Premier Mussolini (centre) inspects the Caproni bomber fleet in a 1927
tour accompanied by generals Balbo (behind and to Mussolini’s left) and
Badoglio. The Italian premier was a steadfast proponent of air power and
was himself an accomplished pilot.
)

 

 

 

Orbetello (Grosseto), 3 dicembre 1930: l´Idrovolante n. 1 (Savoia Marchetti con motore Isotta Fraschini) pronto per partire alla volta del Brasile

 

Fonte: http://www2.hmc.edu/www_common/aviation/twelve.htm

 

 

Orbetelo. dicembre 1930: Italo Balbo (a destra) a colloquio con il comandante Umberto Maddalena

Fonte: http://www2.hmc.edu/www_common/aviation/twelve.htm e

 http://www.flight100.org/history/1930s.html (AIAA, The History of Flight from Around the World: "January 1931 - Italy's Air Minister, General Italo Balbo, led the first formation flight across the South Atlantic")

 

Italo Balbo a Pisa (Aereoporto S. Giusto)

Fonte: : www.enricopezzi.it/ archivio_fotografico03.htm

 

Decine di persone danno una evidente dimostrazione della robustezza delle ali dell'S-55. L'S55, nelle varie versioni militari e civili, venne esportato in Brasile, Romania, Stati Uniti e Unione Sovietica. La produzione di questo velivolo fu affidata principalmente alla SIAI, ma anche ad altre aziende, tra le quali la Piaggio che ne produsse otto metallici.
L'S55 nacque su richiesta del Commissariato dell'Aeronautica che richiedeva un idrovolante bombardiere e silurante.

Fonte: http://www.grupponline.it/Idroscalo%20e%20S55/

Galleria%20Conquiste%20del%20cielo.htm

 

 

Italo Balbo, a destra, controlla il suo idrovolante
prima di partire per una missione 

Fonte:  www.storiain.net/arret/ num43/artic3.htm

 

Italo Balbo 

Fonte: http://www.fascismoeliberta.net/kf/FASCIOP1.html#OLE_LINK3

  www.aeronautica.difesa.it/.../ personaggi(Balbo).html

  www.comandosupremo.com/ Marshals.html 

foto6.jpg (11581 byte)

15 gennaio 1931: l'arrivo a Rio de Janeiro dei partecipanti alla prima Crociera Atlantica guidata da Balbo

Fonte: http://web.tiscali.it/no-redirect-tiscali/aeronauticamilitare/storia/storia(2).htm

 

Natal (Brasile), 20 gennaio 1931 (foto aerea): sei idrovolanti nel porto, dopo aver attraversato l´Atlantico del Sud. Il raid era partito il 17 dicembre 1930 da Orbetello ed era arrivato in Brasile il 6 gennaio 1931)

Fonte: http://www2.hmc.edu/www_common/aviation/twelve.htm

 

Pisa-S.Giusto, 02 Set 1931

2 settembre 1931: Italo Balbo a Pisa (Aereoporto S. Giusto)

Fonte: http://www.enricopezzi.it/foto_03.htm 

 

 

12-8-1933 Italo Balbo conclude la Crociera Atlantica del Decennale ad Ostia 

Fonte: www.grupponline.it/ ilsecolodiostia.html

 

 

Lista, Italo Balbo (1939) 

Fonte: www.bagutta.it/museo3.html

 

 

Bezár

Edizione ungherese dell'opera di Italo Balbo sulle trasvolate atlantiche. Titolo ungherese: Repülőrajokkal az Óceánon át (trad. Révay József), Budapest: Lampel Róbert ed., s. d., 188. p.

Fonte: www.antikva.hu/onan/ bongeszestema.jsp?tema=334_134

 

Enrico Prampoli, Trasfigurazione del pilota Italo Balbo (1940)

Fonte: www.fondazionecolombo.it/ wolmo01.htm

 

Italo Balbo

Italo Balbo

Fonte: http://www.proloco-orbetello.it/italy/balbo.htm

 

 

Italo Balbo e Francesco De Pinedo

Italo Balbo e Francesco De Pinedo 

Fonte: http://www.proloco-orbetello.it/italy/balbo.htm

 

 
Italo Balbo nel suo aereo
 
Fonte: http://members.xoom.virgilio.it/larchivio/balbo.htm
 
 
 
 
Italo Balbo
 
Fonte: http://www.regiaaeronautica.it/artlug.htm 
 
 
 
Italo Balbo in Germania (23 agosto 1938)
 
Fonte: http://www.ww2wings.com/wings/italy/italyphotos.shtml 
(Dated 23, August 1938. Italian Royal Air Marshal Italo Balbo on his visit to the German Luftwaffe has been awarded the Nazi Pilot-Observer badge. With him at the Barth Aereodrome in Pomerania are Field Marshal Hermann Goering and General Milch of the German Airforce. What is also interesting about this photo is that while it is August 1938, Balbo is still wearing his 1923 pattern pilot's badge over his ribbons. He is also wearing the Airforce "Bustina" - The overseas style cap. Note the Royal Italian Airforce General at the far left wearing the visor cap and white summer uniform. Also note that the General Milch has been awarded the Italian Royal order of the Crown.)
 
 

balbosplane.jpg (19153 bytes)

I resti dell´aereo di Balbo (Tobruk, Libia, 1940)

Fonte: 64.224.13.60/others/sangiorgio/ sangiorgio_us.htm

 

 

sangiorniintobruk.jpg (15663 bytes)

La Nave Italiana "S. Giorgio" a Tobruk (1940): furono i suoi cannoni ad abbattare Italo Balbo

Fonte: 64.224.13.60/others/sangiorgio/ sangiorgio_us.htm

 

Chi avrebbe abbattuto Italo Balbo

Fonte: www.cronologia.it/storia/ biografie/balbo2.htm

 

Lettera di cordoglio e di ammirazione per il valoroso comandante delle Crociere Atlantiche che il Maresciallo Longmore, Comandante in Capo di tutte le forze aeree inglesi del Medio Oriente, fece lanciare da un aereo, sull'aeroporto di El Aden (Tobruk).

Fonte: http://www.grupponline.it/Gabbia%20per%20link/Balbo%20da%20Internet.htm

(28-6-1940 Muore Italo Balbo, l'eroico aviatore che con i suoi raid aerei ha dato lustro all'Italia e fatto conoscere Ostia in tutto il mondo

Il suo aereo fu abbattuto nel cielo di Tobruk, per errore, dall'artiglieria antiaerea italiana che si difendeva da un massiccio bombardamento britannico. Con lui morì anche il suo grande amico Nello Quilici. (Giunto a Tripoli il 13 di quello stesso mese, il giorno prima l'Italia era entrata in guerra)
Il responsabile dell'abbattimento dell'aereo fu il capopezzo Claudio Marzola, del 202° Reggimento artiglieria, pure lui di Ferrara come Balbo. Il Comandante delle forze aeronautiche inglesi, che di Balbo era un grande estimatore, espresse il suo cordoglio lanciando un messaggio su un aeroporto italiano.

Quella che segue è la cronaca di questo avvenimento raccontata dal Generale Francesco Pricolo nel suo libro "La Regia Aeronautica 1939-1941":
"...Pochi giorni dopo la morte di Balbo, il Maresciallo Longmore, Comandante in Capo di tutte le forze aeree inglesi del Medio Oriente, fece lanciare da un aereo, sull'aeroporto di El Aden (Tobruk), un messaggio, a sua firma, di cordoglio e di ammirazione per il valoroso comandante delle Crociere Atlantiche. Il messaggio era contenuto in una scatola di latta legata da nastri tricolori. Il comandante della 5a Squadra, Generale Porro, il giorno dopo fece lanciare un messaggio di ringraziamento. A sua volta Goring mi telefonò da Berlino per pregarmi vivamente di fargli avere un qualsiasi relitto dell'aereo di Balbo. Gli feci spedire il volante, contorto e bruciacchiato del posto di pilotaggio del nostro valoroso Maresciallo. Nessun capo militare italiano ha avuto tante testimonianze di stima."

Italo Balbo era nato a Quartesana (Ferrara) il 6 giugno 1896.
Valoroso ufficiale nella I guerra mondiale; Fondatore dell'Associazione Nazionale Alpini; Laureato in Scienze Politiche; Fascista dal 1921, Quadrumviro della marcia su Roma nell'ottobre del 1922; Comandante generale della Milizia volontaria per la sicurezza nazionale; Sottosegretario all'Economia Nazionale; Fondatore del Corriere Padano di Ferrara nel 1925 (diretto da Nello Quilici); Sottosegretario al Ministero dell'Aeronautica nel 1926; Ministro dello stesso dicastero dal 1929 al 1933, lanciò un programma organico di potenziamento e le crociere collettive, come la famosa del Nord Atlantico del 1933 conclusasi a Ostia; Maresciallo dell'aria; Governatore della Libia.

Le trasvolate intercontinentali che dettero fama a Balbo furono due, una dal 17 dicembre 1930 al 19 gennaio 1931, con 12 idrovolanti in formazione attraverso l'Atlantico fino all'America del Sud.
L'altra, dal 1 luglio al 12 agosto 1933, con 24 idrovolanti negli Stati Uniti fu un enorme successo, la stampa mondiale e in modo particolare quella statunitense, gli tributò un grande trionfo e la 7° strada di Chicago venne intitolata a suo nome.

Balbo è ricordato anche per le sue dichiarate divergenze d'idee su alcune importanti decisioni del Governo italiano. Famosa la sua reazione con il Duce quando seppe del "Patto d'acciaio" stretto con Hitler, del quale si è sempre dichiarato contrario.
Si oppose fortemente alle leggi razziali, all'alleanza con i tedeschi e all'entrata nella II guerra mondiale.)

Part. del precedente

 

 

Il Sacrario di Balbo. Tripoli. Desolante immagine del sacrario, dove riposavano Italo Balbo e numerosi altri italiani caduti in Africa durante la seconda guerra mondiale. Le salme sono state traslate in Italia

Fonte: http://www.ticino.com/usr/gianno/revenge5.htm 

 

 

Italoa Balbo 

Italo Balbo (1915-18)

Fonte: http://www.proloco-orbetello.it/italy/balbo.htm

 

 

Italo Balbo (1915-18)

Fonte: http://www.fnap.it/cgi-bin/pw/epap2.pl?pagina=mostra&articolo=ART0352

 

Italo Balbo squadrista (1921)

Fonte: http://www.liceoalberti.it/~magic/FASCISMO/balbo.htm  

 

 

Italo Balbo

Fonte: www.saintjohn.nbcc.nb.ca/.../ VariousOtherVisitors.htm

 

 

Italo Balbo davanti al rifugio Luzzati al Sorapis (Cortina) nell'estate 1937
 
Fonte:  www.dolomiti.org/ita/cortina/ csto/mfbelli/cap17.html
 
 
 
 
 
Balbo governatore della Libia con i nuovi coloni giunti dall´Italia

Fonte: http://members.xoom.virgilio.it/larchivio/balbo.htm

 
 
 
Exhibit Image Exhibit Image
 
Manifesti della Libia italiana
 
Fonte: http://www.library.wisc.edu/libraries/dpf/Fascism/Foreign.html  
 
 
 
 
 
 
Spada da "Maresciallo dell'Aria" 
 
 
 
 
 
 
 
Stemma del Regno d'Italia in epoca fascista
 
Fonte: http://www.regiaaeronautica.it/ 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 

   Ultimo aggiornamento 12-01-2003
   E-Mail:maurizio@hi.is